Google+ Followers

giovedì 22 dicembre 2011

W la Svezzia e tutti i paesi scandinavi

Comunque sul scandinavizazione del welfare i tecnocrati hanno ragione , e non si può cadere nel luogo comune che l’Italia possa essere diversa dal nord Europa solo perchè il lavoro e la sua elargizione debba continuare ad essere un ranch di votanti. Basta con i luoghi comuni non siamo vacche da mungere o come ci insegnano le formiche che allevano dei pidocchi di certe piante per suggere del nettare zuccherino che secernano a richiesta delle formiche. Avete notato come attachino con la parola demagogia ogni qual volta si attacchi lo stipendio dei politici.http://www.youtube.com/watch?v=btJvIQcPlyg

martedì 20 dicembre 2011

dietrologia dell'articolo 18


La manovra che propina la nostra tecnocrate Fornero serve solo ad alimentare un clima di tensione, l’unico beneficio dalla abrogazione dell’articolo 18 sarebbe per scopi di persecuzione politica, religiosa o di eta con la soglia pensioni alzata un vecchio non sarebbe produttivo.
Resta da non escludere il fatto che il mondo cattolico preoccupato dalla avanzata del secolarismo, e dalle varie religioni dell’immigrazione faccia pressioni con Fornero  per ottenere lo spauracchio del licenziamento ed è la possibilità forse più plausibile, sappiamo come il mondo cattolico sia attacato al denaro come fonte di potere più che come forma di creazione di benessere e progresso per la comunità. E da questo pensiero che il neonazismo negazionista trae linfa e denaro.

natale?

che natale, una pista di sangue va da Oslo a Firenze  passando dal Belgio, o forse sono anni che va avanti e la pista si perde negli attentati in Usa non specifico quali perché stiamo parlando di tutti visto che hanno la matrice negazzionista 

mercoledì 23 febbraio 2011

terremoto in Nuova Zelanda... povera Italia!

è di pochi giorni fà la notizzia del terremoto che ha squassato la città di Crist Church in nuova Zelanda e il numero dei morti e dei dispersi sotto le macerie continua a crescere e il governo italiano e la protezzione civile non si sono pronunciati. La protezzione civile in Italia è stata come tutti gli altri enti e industrie i posti di maggior responsabbilità sono stati tutti assegnati a nipoti di vescovi o a gente ben vista nel mondo cattolico che si sono distinti come ladri e corrotti portando la gestione della cosa publica a livelli del vecchio stato del vaticano

Carlo Marino Buttazzo

Carlo Marino Buttazzo

Archivio blog