Google+ Followers

giovedì 19 marzo 2015

lettera aperta a Massimo Bugani dei 5s Bologna

lettera aperta a Massimo Bugani dei 5s Bologna
smettila di dare la solidarietà a gente per qui la famiglia è solo una fabbrica di bambini da stuprare, il tuo vescovo Caffaro ha una certa frustrazione vorrebbe essere come l'isis e sgozzare tutti quelli che non sono in concordia con l suoi pseudo sacramenti che sarebbero che loro si prendono i meglio posti con l'aiuto di Lupi e gli altri dicono ''amen' Caffaro poi ricorda il cognome di Caraffa che divento Papa Paolo IV quello che riorganizzo e rese più potenti i tribunali dell'inquisizzione questo è quello che scrisse il Pasquino alla sua morte -
''Carafa in odio al diavolo e al cielo è qui sepolto
col putrido cadavere; lo spirto Erebo ha accolto.
Odiò la pace in terra, la prece ci contese,
ruinò la chiesa e il popolo, uomini e cielo offese;
infido amico, supplice ver l'oste a lui nefasta.
Di più vuoi tu saperne? Fu papa e tanto basta.
Lasciali perdere credono in un personaggio Cristo che non è mai esistito e per farlo esistere sono arrivati a cambiare le cronache storiche di Flavio Giuseppe infatti nelle copie precedenti il V secolo non vi è traccia di Cristo come nelle traduzioni attuali delle ''giudaiche'' di Flavio Giuseppe in ebraico.
quindi non ti perdere dietro le favole la realtà è il Cassero che fornisce aiuti concreti e non di carità pelosa
ti saluto
carlo

mercoledì 18 marzo 2015

because in Italy not legalize cannabis

By now it is clear that the delays in Italy legalization of soft drugs are due in addition to the laziness of our leaders even at pressures of the church and of the cooperatives that manage the recovery centers, these centers have a social cost is to run need of matter before it is made by drug addicts, the lobbies of the cooperatives are convinced and say the voice of their politicians, as Giovanardi who has a brother engaged with mercy in the rehabilitation of drug addicts, they will not just legalize it and they say, because the grass is a transition to hard drugs, which is true if you do not legalize here is where does the opposition to legalization is not a scientific knowledge but from mere interest of money and collection of souls, and this is the most disgusting thing of the 'use of recovery centers to contact people who otherwise would never see the church and that is enough to wash the soul of those IOR raids that banking secrecy that still exists in the Vatican rinse the money of drug trafficking of the mafia and the various signs.
As you know very well our Health Minister Beatrice Lorenzin you launch anyway in statements and unscientific view of his intelligence make her a suspect collusion because otherwise not explained so much ignorance in front of the fact that cannabis is not considered a drug....

perché in Italia non legalizzano la cannabis

Ormai è chiaro che i ritardi dell’Italia sulla legalizzazione delle droghe leggere sono dovuti oltre alla pigrizia dei nostri governanti anche alle pressioni della chiesa e delle cooperative che gestiscono i centri di recupero, tali centri hanno un costo sociale è per funzionare hanno bisogno della materia prima che è composta dai tossicodipendenti, le lobbie delle cooperative sono convinte e lo dicono dalla voce dei loro politici, esempio Giovanardi che ha un fratello impegnato con la misericordia nel recupero dei tossicodipendenti, loro non vogliono legalizzare appunto e lo dicono, perché l’erba è un passaggio verso le droghe pesanti, che è vero se non si legalizza ecco da dove nasce l’opposizione alla legalizzazione non da una conoscenza scientifica ma da mero interesse sia monetari che di raccolta di anime e questa è la parte più schifosa della faccenda l’uso dei centri di recupero per contattare persone che altrimenti la chiesa non vedrebbe mai e questo basta per lavare l’anima di quelli dello I.O.R. che razzie al segreto bancario che ancora esiste in Vaticano risciacquano i soldi dei traffici di stupefacenti dei mafiosi e dei vari cartelli.
Come sa benissimo il nostro ministro della sanità Beatrice Lorenzin che si lancia comunque in dichiarazioni antiscientifiche e tenuto conto della sua intelligenza ne fanno sospettare una sua collusione perché altrimenti non si spiega tanta ignoranza davanti al fatto che la cannabis non è da considerarsi una droga.

sabato 7 marzo 2015

and this sketch Hurricane maybe he was just kidding

Destruction misery and compassion, for whom? for us other Toscani and then our historical memory so short because of the murders of fashion or bullshit politicians we will close the mind and the reality that should be addressed there will spend even one neuron. Every year manifests something expressed by a different element. water, earth + water or in this case air, soon very soon will be expressed together and then we would understand that we have addressed the problem too late and the days as qella yesterday will be the norm throughout sara normal banality of chaos, I used the link, to embrace the whole of Tuscany not only the area of Sansepolcro

Carlo Marino Buttazzo

Carlo Marino Buttazzo

Archivio blog